Sigmar

Da WHLive wiki.

Indice

Informazioni generali

Sede di potere: Altdorf

Ordini militanti noti: Ordine dell'Incudine, Ordine della Fiamma Purificatrice, Ordine del Martello d'Argento, Ordine della Torcia

Festività: il giorno di Sigmar (28 Sigmarile)

Libri Sacri: Il Libro di Sigmar, Deus Sigmar, The Gesitbuch

Simboli sacri: Ghal Maraz (il Martello di Sigmar), la Cometa a Due Code, il Grifone

Segno: con il pugno destro si traccia un martello sul proprio petto con due linee; la prima linea dalla spalla sinistra alla destra la seconda linea dallo sterno si scende in basso.


La Storia

Circa 2500 anni fa, Sigmar Heldenhammer, la cui nascita era stata preannunciata dal passaggio in cielo da una cometa a due code, fu incoronato Imperatore ad Altdorf (allora nota come Reikdorf) dall'Alto Sacerdote di Ulric. Portava al suo fianco il mitico martello da guerra Ghal Maraz, un dono del popolo nanico per aver salvato la vita del Re Kurgan di Karaz-a-Karak.

Al suo 15° anno come imperatore, Sigmar depose la sua corona e lasciò Reikdorf. La storia ha lasciato ai posteri poche informazioni circa il motivo di questo abbandono, ma le leggende vogliono che sia stato avvistato in direzione est verso le Montagne dei Confini del Mondo, con pesanti pellicce sulle sue ampie spalle e i suoi ancora biondi capelli raccolti in pesanti trecce. Altre leggende sostengono che camminava con un grande lupo grigio alla sua sinistra, e un gigantesco cinghiale nero dalle zanne poderose alla sua destra, la sua faccia il volto della determinazione atto a sconfiggere i pelleverde. Qualunque sia la verità, l'uomo più grande che l'Impero abbia mai avuto se n'era andato.

A poco più di 20 anni dalla partenza di Sigmar, il suo popolo aveva già elevato Joah Helstrum a suo primo sommo sacerdote. Ben presto, attorno al suo nascente culto - che predicava l'unità, e si aspettava che il popolo obbedisse senza discutere l'Imperatore e i suoi conti Elettori - si formò una religione dominante che poteva vantare il pieno sostegno da parte dello Stato.

Ora, il culto di Sigmar domina l'Impero. Dispone di templi e santuari in anche il più piccolo degli insediamenti, e milioni di persone ora invocano il nome di Sigmar per proteggere le loro anime dalla corruzione. E' durante i periodi di difficoltà che il popolo invoca il suo nome quale difensore e protettore dell'Impero: Sigmar il Salvatore.

Il Culto

Nell'Impero, il Culto di Sigmar è ben organizzato: in tutti i livelli della società imperiale ci sono templi nei cui giorni di festa i sacerdoti dell'Ordine della Torcia predicano l'unità dai pulpiti e recitano le preghiere sacre. Non è raro che negli insediamenti il tempio di Sigmar sia il centro della vita comunitaria: i preti preparano i riti, concedono udienza alla popolazione, formano cori così come organizzano ronde di miliziani per difendere il territorio.

I templi che non dispongono di templari addestrano addirittura la gioventù del luogo per divenire Portatori del Martello: laici dalle tuniche nere, che hanno il compito di proteggere gli artefatti sacri all'interno del tempio e portarli in processione durante le festività. In alcuni templi i Portatori del Martello sono divenuti delle vere e proprie guardie d'elite, una sorta di milizia personale del sacerdote del tempio.

In confronto ai preti dell'Ordine della Torcia, che hanno il compito di indottrinare le genti dell'Impero, i membri dell'Ordine del Martello d'Argento vagano per l'Impero, sorvegliando i confini dalle minacce e avvertendo le autorità in caso di pericolo. I suoi membri inoltre offrono i propri servigi nei templi che li ospitano durante il loro costante peregrinare, addestrando i Portatori del Martello, predicando alla folla o partecipando a campagne militari fungendo da cappellani delle guarnigioni. I truci preti guerrieri dell'ordine sono figure amate dal popolo per la loro determinazione e coraggio nel mantenere sicuro l'Impero e per la loro costanza nel portare la sacra Parola di Sigmar in quelle remote comunità che non hanno un tempio in cui pregare.

L'Ordine Monastico dell'Incudine custodisce la Parola di Sigmar, che è le fondamenta su cui si basa la legge sigmarita. Quando v'è una disputa teologica all'interno del culto, è a questi cupi monaci che gli altri ordini porgono la questione, per la loro conoscenza delle minuziose pratiche e riti del culto. Sebbene raramente lascino i loro isolati monasteri, talvolta viaggiano per l'Impero, alla ricerca di antichi tomi sulla storia di Sigmar o operando da supervisori sulle pratiche adottate dagli altri membri del clero.

L'ultimo degli ordini maggiori, il temuto Ordine della Fiamma Purificatrice, non è molto conosciuto tra il popolo. Esso protegge l'Impero dalla corruzione, incaricato a setacciare e distruggere gli oscuri semi del Caos ovunque essi giacciano. Il medaglione che essi indossano in quanto inquisitori del clero, garantisce loro accesso in qualunque tempio sigmarita, monastero o sala capitolare dell'Impero. Sebbene molti cittadini dell'Impero non sappiano nemmeno dell'esistenza di questo ordine, senza la sua opera, l'Impero sarebbe già caduto preda dei Poteri Perniciosi secoli fa.

Accanto a questi quattro ordini maggiormenti influenti all'interno del culto, esistono centinaia di ordini minori, tutti formati da uomini e donni disposti all'estremo sacrificio per difendere l'Impero.


Principali comandamenti:

Obbedisci agli ordini dei tuoi superiori

Aiuta il popolo nanico

Adoperati per promuovere l'unità imperiale perfino a costo della libertà individuale

Sii totalmente fedele all'Imperatore

Sradica ed elimina i Pelleverde, i servi del Chaos e chiunque utilizzi Magia Corrotta, ovunque si annidino

Credenze

Come molti cittadini imperiali, i Sigmariti sono superstiziosi e sospettosi, ma questo lo considerano una normale reazione ai tempi corrotti nei quali vivono. Questo dovere, che si sono autonomamente incaricati, di guardiani dell'Impero e delle sue genti li ha condotti ad affrontare ogni genere di malvagità, ognuna registrata e catalogata all'interno di una libreria sigillata che si trova nelle profondità del tempio maggiore del culto. Così come i loro più grandi alleati, il popolo nanico, i Sigmariti non dimenticano e raramente concedono piena fiducia. Questa sorta di paranoia non nasce dalla paura o dall'ignoranza ma - come i Sigmariti stessi dicono - dall'esperienza.

L'approccio dei Sigmariti, nonostante quel che si possa pensare per il loro fervore, punta alla disciplina e all'utilizzo di tattiche difensive, ritenendo assalti alla cieca o azioni poco ragionate un cancello aperto alla corruzione e all'eresia. Non va dimenticato infatti che la ragione prima del culto è la difesa di quell'Impero che Sigmar unificò e creò. Il culto loda inoltre la forza e il carisma, qualità che sono associate a Sigmar stesso.


Iniziazione

Anche se ogni tempio o ordine ha la propria tradizione per accogliere gli iniziati all'interno del culto, il rito in sè varia poco. Per prima cosa i novizi (il nome con cui vengono chiamati gli iniziati al culto di Sigmar) deve essere accettato all'interno di uno specifico ordine da un suo prete, a ciò segue la rasatura rituale.

Inizia così un periodo in cui vengono insegnati i precetti del culto che culmina con un esame del novizio a opera di una carica del culto. Molti templi accettano solamente novizi di giovane età, per poterli plasmare nel culto, ma teoricamente ogni uomo o donna che riceve la chiamata di Sigmar, a dispetto dell'età, può unirsi al culto.

I novizi raramente hanno del tempo libero da spendere, dovendolo dedicare interamente alla preghiera o alle mansioni cui sono stati preposti. Molti templi hanno un maestro dei novizi che si occupa dell'insegnamento di intere classi di novizi a cui vengono impartite lezioni di storia, teologia, letteratura e tradizioni naniche, mentre in altri templi ogni novizio è posto alle cure di un prete, che educe il novizio nella maniera che ritiene più opportuno.

Lo stesso momento di esamina del novizio può variare da tempio a tempio. Comunemente al novizio viene chiesto di recitare Le Dodici Preghiere del Giusto o cantare il Cantico di Sigmar senza errori, ma non sono rare altri esami, come nei templi dell'Averland, in cui è d'uso che il novizio uccida con le sue sole forze un pelleverde e conficchi le Litanie dei Grandi Intenti nel suo torace.


Sacerdoti

Sacerdote dei martelli d'argento

La varietà degli ordini riflette anche il modo in cui i diversi sacerdoti appaiono con le loro vesti. I preti guerrieri dell'Ordine del Martello d'Argento indossano vesti rosse con dettagli neri sopra le loro protezioni in cuoio. Spesso portano armature complete blasonate con grifoni o comete a due code e alte gorgiere. I cappelli sono rasati, e i membri più anziani spesso si fanno tatuare simboli sacri o brani di litanie sul cranio rasato.

Diversamente i monaci dell'Ordine dell'Incudine indossano semplici tonache nere o grigio scure e mantengono la tonsura. Portano degli ampi collari a immagine delle gorgiere dei preti guerrieri.

Il vasto Ordine della Torcia mantiene anche una varietà nei propri indumenti a seconda delle tradizioni locali ove sorgono i templi. Le tonache spesso sontsuose variano dall'arancione al porpora. Come per tutti gli altri ordini ampi collari sono piuttosto comuni così come la tonsura o la rasatura. In quest'ordine vi possono essere anche i sacerdoti più miti o divenuti tali per mera convenienza.

Sacerdote dei martelli d'argento

L'Ordine della Fiamma Purifatrice è quello che ha il più stretto protocollo per gli abiti dei propri membri. Le tuniche sono nere con dettagli in rosso e i capelli sono tagliati corti con elaborate tonsure a seconda del rango all'interno dell'ordine. L'abito cerimoniale comprende anche un mantello nero con cappuccio. Ovviamente l'abbigliamento rituale viene indossato unicamente durante le cerimonie o le funzioni, mentre durante i loro viaggi, in virtù della loro funzione, indossano qualsiasi tipo di abito adatto allo scopo, anche con semplici abiti laici. Qualunque sia il loro abbigliamento portano costantemente un amuleto con una fiamma riportata al centro, simbolo dell'appartenenza all'ordine.

Struttura della Chiesa di Sigmar

Membri dell'ecclesia

Il Gran Teogonista governa l'imponente apparato della gerarchi del Culto di Sigmar. La sua è una posizione estremamente potente: non solo è a capo della più grande e potente culto dell'Impero, ma detiene inoltre un'enorme influenza sul potere temporale.

Il Grande Teogonista guida direttamente l'Ordine della Torcia, e nomina tutte le alte cariche del culto: cui i due Arci Lettori, gli otto Lettori, i quattro Alti Capitolari, i dodici Capitolari, e l'enorme schiera di alti sacerdoti.

L'attuale carica di Gran Teogonista è occupata da Sigismondo IV.

L'Ordine della Torcia guida molti dei templi e cappelle sparse lungo l'Impero. Molti di questi templi hanno un alto sacerdote che è nominato dal Lettore o Alto Capitolare del luogo. L'Alto Sacerdote è responsabile delle funzioni relativi al culto nella sua area e nomina i sacerdoti che supervisionino i singoli templi e specifiche cappelle.

A contrario i preti guerrieri dell'Ordine del Martello d'Argento, nonostante la loro influenza, non hanno templi che possano considerare propri. Le poche strutture di cui l'Ordine dispone sono spesso sale capitolari ospitate nelle strutture degli altri ordini. Il motivo è che i pochi alti sacerdoti dell'ordine sono anch'essi itineranti, esattamente come i preti, perseverando nel loro compito di vagare di luogo in luogo a salvaguardia dell'Impero. Sebbene per il loro compito sia l'ordine più sparso sul territorio, non dispongono di una struttura propria dipendendo direttamente dagli alti ranghi dell'Ordine della Torcia.

L'Ordine monastico dell'Incudine è più numeroso di quanto ci si possa aspettare e in quanto detentore delle leggi dell'intero culto e dell'Impero, è molto più influente di quanto piaccia agli altri ordini. Il Custode della Parola guida l'ordine dal Monastero di Helstrum nel Distretto dei Templi di Altdorf. La sua posizione è a vita, e il suo ruolo è quello di ultimo arbitro nell'interpretazione della Parola di Sigmar, persino, almeno in teoria, rispetto al Grande Teogonista. Ogni monastero dell'ordine è guidato da un abate che funge da rappresentante del Custode della Parola all'interno del monastero.

Anche l' Ordine della Fiamma Purificatrice ha una sala capitolare presso Altdorf, da lì l'Inquisitore Generale ha il suo centro di potere. Egli ha il controllo sugli Alti Inquisitori, Inquisitori, preti e novizi dell'ordine nonché su una schiera di laici devoti quali a esempio i Cacciatori di Streghe.

Altri Ordini

Sorelle delle Fede e Castità

E' un ordine esclusivo di monache guerriere con base nel quartiere est di Altdorf. Guidate da una Matriarca queste sorelle indossano abiti neri e portano armature complete incise con motivi di rovi e spine. Una volta ordine di clausura dedicato esclusivamente alla preghiera, divenne ordine militante guerriero nel 2516 sotto il Grande Teogonista Volgmar. La Tempesta del Chaos fu la prima campagna militare in cui parteciparono e da allora veterane dell'ordine vagano per l'Impero a dare la caccia alle forze del Caos in scontri aperti, per poi far ritorno al monastero ad Altdorf per tramandare la loro esperienza alle novizie.


Antico Ordine Iniziatico dei Templari di Sigmar

Essi ricevono direttamente dal Gran Teogonista l'incarico di proteggere i fedeli di Sigmar dall'attenzione dei Poteri della Rovina. Gli eretici, una volta catturati, sono costretti al pentimento prima di essere purificati dalle fiamme. L'Ordine di Sigmar ha sale capitolari ben difese in quasi tutte le più grandi città dell'Impero. Sebbene siano a tutti gli effetti dei templari, e non abbiano alcun tipo di affiliazione con i loro equivalenti sponsorizzati dallo stato, sono universalmente conosciuti e temuti come i Cacciatori di Streghe di Sigmar dediti a dare la caccia a quelle megere o stregoni toccati dalla Magia Oscura, o a quei maghi sfuggiti alla sanzione imperiale . Il potere di un membro di questo ordine è assai grande, infatti, un misero cacciatore di streghe sospettoso ha il potere di mettere a soqquadro la magione intera di un qualsivoglia nobile e restare impunito. A causa delle loro indagini per estirpare la corruzione dal regno, a volte sommarie sono temuti da tutti i cittadini imperiali, ma che comunque li trattano da eroi in quanto protettori della realtà dalle forze degli dei oscuri.

Il loro compito è quello di stanare, interrogare e giudicare ogni blasfemo o eretico. Tuttavia la sentenza definitiva di un accusa può essere emessa solo da un tribunale imperiale, che solitamente conferma l'accusa del cacciatore salvo casi eccezionali ove i difensori dell'imputato trovano inconfutabili prove di innocenza.

Spesso i cacciatori di strege eludono questa legge ed eseguono loro stessi sommarie esecuzioni in segreto e pochi hanno il coraggio di opporsi a questa forzatura. Chiunque riuscirà a farsi dichiarare innocente ad un processo inquisitorio pubblico sarà comunque per sempre bollato come corrotto dal volgo, il quale vede nei suddetti Cacciatori dei santi dalla cui bocca non può uscire mendacia.

Quest'ordine si avvale anche di collaboratori esterni infiltrati in ogni altra istituzione, detti Cercatori, costoro sono membri laici dell'ecclesia che agiscono come orecchi ed occhi della suddetta. Solo pochi membri dell'Ordine della Fiamma Purificatrice conoscono l'identità di questi agenti sotto copertura e ne fungono da contatto con i ranghi alti della chiesa. Infine, un inquisitore facente esercizio delle sue funzioni può avvalersi dell'intervento dei militi imperiali per l'arresto e la custodia degli imputati.

Ranghi degli Ordini

Ordine della Torcia e Ordine del Martello

Rango 0 – Novizio

Rango 1 – Iniziato

Rango 2 – Sacerdote

Rango 3 – Alto sacerdote

Rango 4 – Capitolare

Rango 5 – Lettore

Rango 6 – Arcilettore

Rango 7 - Gran Teogonista


Ordine dell'Incudine

Rango 0 – Novizio

Rango 1 – Iniziato

Rango 2 – Monaco

Rango 3 – Abate

Rango 4 – Abate superiore

Rango 5 – Custode della Parola


Ordine della fiamma purificatrice, religiosi

Rango 0 – Novizio

Rango 1 – Iniziato

Rango 2 – Sacerdote

Rango 3 – Alto Sacerdote

Rango 4 – Inquisitore

Rango 5 – Alto Inquisitore

Rango 6 – Inquisitore Generale


Cacciatori di Streghe

Rango 0 – Novizio

Rango 1 – Iniziato

Rango 2 – Cacciatore di Streghe

Rango 3 – Martello delle Streghe


Sorelle di Fede e Castità

Rango 0 – Novizia

Rango 1 – Iniziata

Rango 2 – Sorella

Rango 3 – Sorella Superiora

Rango 4 – Badessa

Rango 5 – Matriarca

PnG di rilievo

Lettori noti:Florian Roth, Gabriel Maier Schröder, Martin Gottschalk, Eric Reinhard Shultz Arcilettore noto: Gruben Hack

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti