Shallya

Da WHLive wiki.
Shallya.jpg
Shallya, la Dea della Guarigione e della Pietà, è probabilmente la divinità più amata in tutto il Vecchio Mondo. Praticamente chiunque ha prima poi varcato nella sua vita le soglie di un tempio di Shallya, per chiedere alle sue sacerdotesse aiuto e assistenza. A questo si aggiunge il fatto che il culto si è da sempre rifiutato di rimanere coinvolto nella politica, portando così ingenti donazioni al culto da parte di ricchi nobili e mercanti; donazioni che sono sempre state ben spese dalle sacerdotesse per le necessità dei bisognosi. Non stupisce quindi se i templi di Shallya siano sempre pieni e le sue sacerdotesse siano sempre benvolute in ogni dove.

Si dice che Shallya sia la sorella di Myrmidia, la dea della strategia e della guerra e che entrambe siano figlie di Verena e Morr, dato che sia la morte che la giustizia debbono giungere senza dimenticare la misericordia. Ella sente costantemente il dolore delle creature viventi e per questo è costantemente in lacrime. Alcune leggende narrano che quando un morente guarisce inaspettatamente è per via di Morr, che mosso dalle lacrime della figlia, distoglie lo sguardo dal morente.


Indice

Simboli

E' rappresentata come una giovane, bellissima vergine i cui occhi sono perennemente riempiti di lacrime.

I suoi simboli più comuni sono la colomba e un cuore da cui stilla una goccia di sangue.


Credenze

Il fulcro del credo di tutti i seguaci di Shallya è che essi si debbono adoperarsi per alleviare le sofferenze degli altri. Alcuni credenti occasionali si limitano a elargire elemosine a chi giace sui cigli delle strade, ma per le iniziate e le sacerdotesse l'opera di aiuto domina le intere loro vite. Ci sono due gruppi all'interno del sacerdozio: coloro che si occupano direttamente di portare sollievo ai sofferenti, e coloro che organizzano le altre sacerdotesse per garantire che l'aiuto stesso sia portato. Mentre i primi sono figure positive e ben volute dal popolo, visto che sono a diretto contatto con chi pena, le altre sono figure ambigue, caratterizzate spesso da una ferrea disciplina, visto che su di loro verte il peso di somministrare correttamente le risorse che il culto dispone per garantire che l'opera di misericordia possa essere equamente distribuita tra i bisognosi.


Culto

Culto di Shallya
Shallya2.jpg
Sede di Potere Couronne, in Bretonnia
Ordini Militari
  • Ordine del Cuore Sanguinante
  • Festività
  • nessuna
  • Libri Sacri
  • Libro delle Sofferenze
  • Testamento di Perguda
  • Simboli Sacri
  • colomba
  • cuore stillante sangue
  • Non uccidere mai

    Mai rifiutare cure al supplicante che ne necessita

    Sappi quando è giunta per un anima il momento di dipartire

    Viaggia nel mondo senza armi, un bastone per camminare è tutto ciò di cui hai bisogno

    Aborrisci il Signore delle Mosche in tutte le sue forme

    Non sprecare il tuo tempo e le tue energie per il tuo diletto

    Il primo interesse di Shallya è verso la pietà: il conforto dal dolore. Storicamente il culto è da sempre occupato in due forme di opere misericordiose: la cura dei malati e l'ostetricia. Ma al di la queste opere pie l'attenzione di Shallya è rivolta all'alleviamento di qualsiasi forma di sofferenza: aiutare i poveri fornendo loro cibo o vestiario, assistere i malati di mente o anche alleviare le sofferenze dando conforto ai carcerati.

    Va tuttavia precisato che il culto si occupa di alleviare il dolore e le sofferenze, ma questa opera caritatevole di portare misericordia, non consiste in un'attiva opera di miglioramento delle condizioni di vita e benessere del sofferente. Tale concezione viene fatta per un motivo prettamente pragmatico: il Vecchio Mondo è un luogo pieno di dolore e miseria per cui il culto preferisce dare poco ma a tutti piuttosto che molto a tanti, in questo modo consentono ai veramente bisognosi di avere quel poco di conforto che gli permetta di andare avanti.

    Per questo motivo i seguaci di Shallya sono soliti concentrarsi sulle necessità del momento piuttosto che guardare al quadro complessivo futuro. Si focalizzano sul risolvere i problemi che hanno a portata, senza pensare a un possibile interesse superiore futuro che potrebbe portare maggior benessere a un maggiore numero di persone. Di fatto fare queste valutazioni e calcoli di opportunità andrebbe totalmente contro i precetti della Dea la quale richiede che non si debba mai rifiutare il proprio aiuto se un supplicante lo richiede, senza avvallare alcune scusante di nessun tipo.

    Iniziazione

    Sebbene non esista alcun precetto che neghi il sacerdozio agli uomini, il clero è formato quasi esclusivamente da donne. Molte delle sacerdotesse di Shallya erano orfane allevate in un tempio e quindi destinate al sacerdozio. Tuttavia non bastano gli anni trascorsi al tempio per essere iniziati al culto, ma è necessaria una dimostrazione di abnegazione nei confronti di Shallya. Un singolo, sebbene spettacolare, atto di grazia e misericordia non è quasi mai sufficiente; di solito è necessario che l'aspirante trascorra almeno un anno alla completa dedizione della cura verso gli altri. Il tipo di cure può variare a seconda del tempio dove viene effettuata l'iniziazione. I rarissimi sacerdoti maschi non risiedono mai in un tempio, ma girano per il mondo ad alleviare le sofferenze ovunque la strada li conduca.

    Sacerdotesse

    I membri del culto di Shallya di solito indossano delle lunghe e semplici tuniche bianche, abito che indossano spesso anche i membri laici devoti al culto. Questi abiti sono intessuti con stoffe di buona qualità e molto resistenti, visto che periodicamente devono essere bolliti per pulirli dal sangue e altre sostanze. Al petto è ricamato un cuore, il simbolo dell'Ordine del Cuore Sanguinante. Gli abiti hanno talvolta alcune variazioni in base alla regione. Per esempio in Bretonnia è fatto divieto ai membri laici di indossare le usuali tonache bianche del culto, e a loro spettano invece tuniche di colore giallo.

    Struttura

    Il culto di Shallya ha una struttura feudale, dove ogni cappella o tempio deve un tributo a un grande tempio locale, e questi a loro volta devolvono quanto dovuto alla cattedrale della propria nazione. Tutte le cattedrali delle varie nazioni devolvono parte dei propri introiti al Grande Tempio di Couronne, dove tutte le badesse si riuniscono una volta ogni 6 anni formando il conclave decisionale del culto.

    La Matriarca di Couronne ha autorità sopra ogni seguace di Shallya in particolare ha il potere di bandire fuori dal culto e dalla comunione dei fedeli. Questo atto è usato solamente quando un seguace si converte ai Poteri Perniciosi, visto che quello è l'unico atto che non richiede pietà alcuna. Al di sotto della Matriarca le cariche all'interno dei templi non hanno grandi poteri, se non di mera amministrazione del tempio stesso. Ciò non di meno alcuni templi ricoprono un ruolo preminente di prestigio all'interno del culto; ne è un esempio la Cattedrale di Shallya ad Altdorf dove per tradizione la badessa è eletta dalle badesse di tutti i templi dell'Impero, ed essa ha un importante ruolo come autorità morale del culto.

    Ciascun tempio tenta di curare qualsiasi tipo di necessità, anche se non è raro che alcuni di essi siano specializzati in qualche tipo di male, come per esempio Heiligdom, la casa di ricovero per malati di mente a Marienburg.

    La funzione più comune per un tempio di Shallya è comunque quella di fungere da ospedale e orfanotrofio. Infine i templi si occupano di convertire i proventi, che ricevono quali offerte e donazioni per la propria opera di assistenza, in cibo e vestiario per i poveri.


    Altri Ordini

    Il culto non ha formalmente alcun ordine minore, visto che tutte le sacerdotesse e i sacerdoti rientrano nell'Ordine del Cuore Fiammeggiante. Alcune differenze stanno nella natura di specifici mali a cui un tempio si dedica, ma ciò non comporta per i suoi membri differenziazione alcuna nella regola del culto.

    Personalità di rilievo

    Apolline Solène Gaillard, Matriarca di Couronne

    Agathe Von Hertwig, Madre Superiora del Monastero Heiligdom


    Strumenti personali
    Namespace

    Varianti
    Azioni
    Navigazione
    Strumenti