Myrmidia

Da WHLive wiki.

Indice

Storia

Le sue statue si trovano praticamente a ogni angolo di strada nelle città della Tilea e dell'Estalia. Il suo nome è invocato dai popoli del meridione come baluardo contro ogni cosa, dalla malattia alla morte, fino agli attacchi degli Uominibestia. La devozione della gente dell'Impero a Sigmar è superata dall'amore impetuoso e della dedizione che la gente sel Sud, della Tilea e dell'Estalia hanno per la propria Signora, Paladina e Dea: Myrmidia.

Il ruolo di Myrmidia nel pantheon è soggetto a un dibattito pervaso da argomentazioni infuocate, acceso in tutto il Vecchio Mondo. Nell'Impero, gli studiosi ritengono che sia stata un' eroina mortale della Tilea o dell'Estalia e che protegesse i popoli dall'invasione dei barbari del nord (gli antenati degli uomini dell'Impero), dagli aggressori giunti via mare dall'Arabia, e dai goblin calati dalle montagne dell'est. Poichè salvò il suo popolo, Myrmidia fu incoronata regina, ma fu trafitta nel giorno della sua incoronazione da un dardo avvelenato, lanciato da un assassino sconosciuto. La guerriera era però tanto forte che il veleno non la uccise subito e, agonizzante, ordinò che fosse costruita per lei una grande nave. Fu caricata sul vascello e indirizzata verso ovest, dove fu assunta in Cielo.

Nell'Impero è vista solo come una Dea Regionale e, sebbene la gente la rispetti, i più non la adorano particolarmente, almeno non più di quanto venerino gli dèi della Bretonnia o del Kislev.

Questa versione di Myrmidia quale vergine guerriera che salvò il suo popolo è contenuta in ogni leggenda, ma in Tilea e nell'Estalia il resto della storia è raccontato diversamente. I meridionali affermano che ella fosse la figlia di Verena e Morr, data a genitori mortali affinchè la crescessero. In Tilea si dice che questi genitori fossero Tileani, mentre in Estalia i suoi genitori sono considerati Estaliani. In entrambi i casi la bambina crebbe fino a divenire la potente vergine che unì i popoli di quelle terre contro tutti i nemici. Da quel giorno è amata e riverita come patrona di entrambe le nazioni, ma anche come grande dea figlia di due importanti divinità.

Oltre al suo ruolo di divinità, la gente del sud le attribuisce un ruolo essenziale come dea portatrice di civiltà. Ella è, dicono, la dea padrona di soldati e strateghi. Laddove Ulric rappresenta la furia combattiva e la forza in battaglia, Myrmidia si occupa dell'arte e della scienza della guerra.

Myrmidia è solitamente rappresentata come una fanciulla alta e ben proporzionata, armata ed equipaggiata nello stile dei soldati del sud del Vecchio Mondo. Può assumere anche la forma di un'aquila. Con l'espandersi del suo culto in altre regioni, si è cominciato a vederla anche come una dea vendicativa. Diversamente da Ulric che sovrintende le battaglie e lascia che gli uomini muoiano o sopravvivano esclusivamente grazie alle loro capacità, Myrmidia di solito tempra i cuori e guida i giusti affiche sterminino i malvagi.


Culto

Myrmidia è seguita con fanatica devozione dai popoli del sud del Vecchio Mondo, specialmente in Tilea e in Estalia. In altre parti del Vecchio Mondo, i guerrieri ritengono che lo stile marziale di Ulric sia troppo brutale e si rivolgono verso l'adorazione di Myrmidia, in particolare coloro che fanno uso della polvere da sparo, proibita dal culto di Ulric.

Questi nuovi affiliati accettano la credenza che Myrmidia sia la figlia di Verena e Morr e non la considerano semplicemente una dea regionale.

I sacerdoti di Myrmidia solitamente indossano tuniche bianche e sono tenuti in grande considerazione dai generali come abili strateghi.


Precetti

I devoti a Myrmidia devono attenersi ai seguenti precetti, anche se le conseguenze delle infrazioni riguardano solo a Templari, Iniziati e Preti di Myrmidia:

Agisci con onore e dignità, sempre Rispetta i prigionieri di guerra.

Non mostrare pietà per i nemici dell'umanità.

Onora gli ordini di chi ti comanda, disubbidendo solo quando assolutamente inevitabile (per esempio quando vai contro uno degli altri precetti.


Ordini della Chiesa

I Cavalieri del Sole Splendente Templari della Dea della guerra Myrmidia, i Templari del Sole Splendente furono fondati durante le Crociate nel 1457. In un combattimento strada per strada contro gli Arabi in Estalia, un gruppo di cavalieri fu salvato da una sicura sconfitta quando un improvviso terremoto fece crollare un'enorme statua di Myrmidia dal tetto di un tempio. Cadendo al suolo colpì il generale e la sua guardia del corpo, uccidendoli all'istante. Dopo la battaglia i sopravvissuti si riunirono e fondarono l'Ordine del Sole Splendente in onore di Myrmidia. In battaglia indossano lucenti armature che abbagliano i nemici e li rendono difficile bersaglio in corpo a corpo e con le armi da tiro.

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti