Genesi Primordiale

“...e chiamò la luce, giorno e le tenebre, notte...”

tec

Ordine di nascita e origine

L’origine di queste Maschere, che sembrano essere le prime nate, è sconosciuta alle Maschere stesse.Tra di loro però esiste una storia che dice che appena il primo uomo aprì i propri occhi sul Mondo, incontrò le orbite vuote di una Maschera Primordiale.

Descrizione

Le Maschere Primordiali rappresentano ogni cosa che appartiene o è appartenuta al Creato prima che l’umanità potesse in qualche modo lasciare una traccia su di esso. Si parla delle forze della natura e delle potenze elementali a cui l’uomo ha dato un nome e una definizione, facendone oggetto di studio nel corso della storia per poterle comprendere e soggiogare, venendone tuttavia sempre in qualche modo irrimediabilmente sopraffatto. Sono le Maschere più distanti e distaccate dalle consuetudini umane. Essendo le meno empatiche verso l’umanità, tendono a farsi indossare per sfruttare l’uomo come veicolo e involucro, rimanendo spesso distanti da quelli che possono essere gli scopi del proprio attuale Portatore.

Aspetto

Le Maschere Primordiali possono rappresentare tanto animali e vegetali quanto energie elementali quali Acqua, Fuoco, Vento, Ghiaccio o Lava. Posso anche incarnare fenomeni naturali quali la Tempesta o il Terremoto (a tal proposito si dice che ogni qual volta si scateni un terremoto una Maschera Primordiale venga poi ritrovata tra le macerie). Quelle più distanti dalla comprensione umana possono rappresentare forze cosmiche come la luce di una stella (qualcuno un giorno asserì che per ogni stella nel cielo a cui viene dato un nome, una Maschera con il medesimo nome fa la sua comparsa) o le leggi fisiche come il Tempo, La Forza dell’Atomo o la Tensione Elettrica (mai scambiarle queste ultime per Maschere Tecnologiche, potrebbero prenderla molto male).

Consigli per il costume

Solitamente le Maschere Primordiali si dividono in due categorie di aspetto: da una parte quelle più esplicite che solitamente impersonano elementi del regno animale o vegetale dall’altra quelle più enigmatiche e inconoscibili che rappresentano le forze della natura o le energie cosmiche.

Una Maschera che rappresenta la forza di un vulcano potrebbe semplicemente essere modellata sul volto agonizzante di una vittima dell’eruzione che cancellò Pompei così come la Maschera rappresentante l’Entropia potrebbe avere un aspetto estremamente difficile da definire, fatto di elementi caotici in un eterno movimento paralizzato a rappresentare l’inesorabile raffreddamento dell’universo.

Contrapposizione

Le Maschere Primordiali si contrappongono a quelle Tecnologiche, le ultime ad essere comparse nel nostro mondo e sicuramente quelle più legate all’umanità. Questa contrapposizione è molto forte, la genesi Primordiale si sente in dovere di tenersi sulla difensiva quando si relazione a Maschere che rappresentano in tutto e per tutto l’uomo e il suo tentativo di imbrigliare le forze della natura. Non a caso alcune Maschere Tecnologiche sono deformazioni di Maschere Primordiali come per esempio le Maschere legate al concetto di Tempo e quelle legate agli strumenti che permettono di misurarlo.

Indole e roleplay

Le Maschere Primordiali avranno un roleplay molto aderente al concetto che incarnano, con poca propensione al compromesso. Saranno raramente inclini a comprendere il prossimo, specialmente se quest’ultimo mostra tracce di empatia verso l’umanità. Insieme alle Maschere Tecnologiche sono le Maschere meno volubili e quelle che vivono maggiormente di assoluti. Pur sapendo di essere le prime nate evitano di rimarcare questo concetto come se non fosse necessario. Rappresentano infatti degli assoluti che a detta loro non necessitano spiegazione.

Leggende

Qualcuno sostiene che la Matrice delle Maschere Primordiali rappresenti il Creato stesso e incarni in sé la risposta finale ai misteri dell’Universo. Sarebbe dunque un archetipo incarnato che con la sua sola presenza riunirebbe in se qualsiasi concetto espresso da ogni altra Maschera Primordiale. Questa leggenda ha generato timore più che un’adorazione da parte di molte Maschere Primordiali verso la loro Matrice. Come tutto iniziò dal Big Bang, la sua ricomparsa potrebbe rappresentare il collasso finale del Creato. Maschere Primordiali molto antiche affermano che la Matrice rappresenti esattamente ciò che esisteva nell’Universo prima che il Big Bang stesso si verificasse.

Filosofia

Naturalista. Le sovrastruttura del trascendente e dello spirituale hanno sporcato la coscienza dell’Umanità. Essa deve essere guidata solo dall’evidenza dei fenomeni naturali e dalle proprie percezioni terrene per evitare che l’uomo si interroghi sulla reale natura del mondo e se ne perda il controllo.

Sigillo

I due simboli che formano il sigillo di una Maschera Primordiale sono espressi in alfabeto cuneiforme.