Genesi Funebre

“La morte è un'usanza che tutti, prima o poi, dobbiamo rispettare.”

tec

Ordine di nascita e origine

Quando le società iniziarono a divenire più complesse, emerse la necessità di ordinare e spiegare ogni aspetto della vita dell’uomo. Laddove giungeva la morte, il dolore, il rimpianto, la caducea incertezza dell’esistenza furono piantati i semi di qualcosa di enigmatico e oscuro, una domanda che non avrebbe mai più abbandonato l’umanità. Cosa accadeva alla persona defunta? Ne rimaneva solo il ricordo? Svaniva divenendo parte di un tutto senza unicità? O la sua esistenza proseguiva in attesa che i suoi cari lo raggiungessero?
Nacquero così le Maschere Funebri, la forma concreta di questo dubbio e dell’angoscia della perdita, del timore e della speranza nell’esistenza di un aldilà, della speranza di una vita eterna in grado di allontanare l’oblio della cessazione eterna.

Descrizione

Le Maschere Funebri appartengono a tutte le culture del mondo ma assurdamente risultano molto omogenee nell’aspetto. La paura della morte, l’esistenza dell’anima sia come forma di coscienza che come eredità del vivente sono una costante universale, qualcosa di talmente vivido nel cuore dell’uomo da trasmettersi per immagini quasi identiche pur in assenza di comunicazione tra i popoli. Enigmatiche e angoscianti, le Maschere Funebri non sono nate dalla forza del genere umano, ma dalle loro debolezze. Le loro motivazioni sono spesso oscure e distanti dal materialismo e dalla filosofia del “qui ed ora” che contraddistingue sempre di più la società moderna. Ricordando all’uomo che la sua esistenza è appesa ad un filo incarnando l’espressione più marcata, del Fatalismo, anche tra le Maschere stesse.

Aspetto

Per quanto provengano da moltissimi culture, vi sono due incarnazioni principali delle Maschere Funebri: gli agenti di Morte e le materializzazioni del Post Mortem.
Mentre le prime sono più conosciute nel folklore e nella tradizione umana, gli aspetti più macabri e particolari di questa genesi si annidano tra le seconde, legate al pesante fardello lasciato dai sensi di colpa e dai sentimenti irrisolti e alla più naturale ma inquietante processo che il corpo compie quando la scintilla vitale si spegne.

Consigli per il costume

Le Maschere Funebri possono essere legate a qualunque leggenda o immagine che richiami le cause di una morte. Si ascrivono a questa Genesi anche le incarnazioni della Morte o delle entità che governano l’aldilà. Appartengono a questa Genesi anche le incarnazioni della putrefazione, dell’angoscia cimiteriale e delle infestazioni spiritiche che trascinano il male della vita oltre il limite dell’esistenza sono tutte possibili Maschere del PostMortem.
Sebbene siano formalmente legate all’aldilà, le Maschere dei giudici infernali o celestiali sono nate successivamente e appartengono ad una Genesi differente.

Contrapposizione

Le Maschere Funebri si contrappongono a quelle Ancestrali. Dove le Maschere Funebri desiderano che il genere umano sia controllato dalla costante paura della morte, dalla fragilità dell’essere e dal dilemma di un possibile aldilà che li attenda o li rifiuti, le Maschere Ancestrali esorcizzano le paure più antiche donando il conforto del coraggio all’uomo e la possibilità di emergere dalle tenebre.

Consigli di Roleplay

E’ sempre molto difficile comprendere fino in fondo una Maschera Funebre. Le sue ragioni e i suoi percorsi mentali sono sempre oscuri e celati. Il Fato è la forza più importante per essa ed il potere che maggiormente rispetta, mentre le futili macchinazioni a breve termine sono del tutto prive di fascino. Perfino nel Sodalizio stesso, le Maschere Funebri ricordano costantemente che l’esistenza è decadimento ed entropia. Anche le Maschere, come i mortali di cui si servono, devono interrogarsi su cosa accade quando cessano di esistere e temere il buio oltre la coscienza.

Leggende

Si narra che esista una Maschera Funebre che incarni la Morte delle Maschere. Quando questa appare, nessuna Maschera la vede nello stesso modo, poiché sarebbe in grado di assumere la forma del destino finale che spetta all’osservatore. Nessuna Maschera quindi può essere sicura di averla davvero incontrata. Maschere molto antiche di questa genesi affermano inoltre che la Matrice da cui tutte loro discendono sia nient’altro che la falce del tristo mietitore o in altri casi il suo sudario.

Filosofia

Nichilista. Le Maschere devono accettare che l’umanità è destinata ad estinguersi. Ogni sforzo per negare la transitorietà dell’umanità e quindi anche delle Maschere stesse è uno spreco di energie che paradossalmente non fa altro che accelerare questo inevitabile processo.

Sigillo

i simboli che formano il sigillo delle Maschere Funebri sono ispirati dal più antico sistema di scrittura geroglifico egizio.