La tecnologia

Ci sentiamo di aprire un approfondimento a parte per quanto riguarda la tecnologia della ambientazione di Warhammer 40000 in quanto è simile per molti versi a quella attuale ma presenta alcune differenze sottili ma importantissime. Precisiamo che quanto segue riguarda TUTTI I PG e che non sono ammesse deroghe interpretative.
Sebbene buona parte delle applicazioni tecnologiche della realtà in cui viviamo trovino riscontro anche nel quarantunesimo millennio, la linea evolutiva ha subito una fondamentale deviazione da qualche parte nel periodo tra il quindicesimo ed il venticinquesimo millennio, conosciuto anche come “Oscura era della tecnologia”. Di questo periodo storico si sa poco ma è quasi certo che le intelligenze artificiali sempre più progredite, create dall'uomo per aiutare nella conquista dello spazio, nella medicina, nella difesa ecc, si siano infine ribellate ai loro creatori. Terminata la guerra contro gli automi dotati di IA, costata innumerevoli vite umane, fu decretato che mai più nessuna macchina avrebbe potuto pensare. Da quell'epoca ormai dimenticata molte conoscenze sono andate irrimediabilmente perdute, obliterate per sempre per proteggere l'umanità da sé stessa.
Millenni dopo la situazione si è ulteriormente involuta: i calcolatori, i processori e le intelligenze artificiali non solo non esistono ma nessuno ha nemmeno più le conoscenze per ricrearne di nuovi, né su Kore né altrove. Tutti gli strumenti che necessitano per funzionare di una IA sono controllati da un cogitator. Il cogitator assolve bene o male tutte le funzioni di un processore, e ve ne sono di diversi tipi e dimensioni per diversi utilizzi, ma sebbene qualcuno possa averne sentito parlare NESSUN pg saprebbe dire cosa contenga esattamente e men che meno ricostruirne uno. Tutt'al più pg dotati delle necessarie conoscenze sarebbero in grado di sostituirne uno.
I macchinari meccanici o elettronici sono più o meno al livello di quelli attuali ma di solito sono più ingombranti, voluminosi, sporchi e hanno collegato parti funzionanti ma inutili (ruote dentate, ingranaggi, scarichi, bocche fiammeggianti, barre luminescenti, antenne, ecc).
La tecnologia in generale ha un tocco gotico o barocco e i nomi degli strumenti sono spesso una commistione di termini comuni e latini. Le radio (e cellulari IG) vengono chiamati “vox caster”, i rilevatori in genere “auspex”, i sistemi di mappamento o di localizzazione “geoloc” e via dicendo.
Quello che è più importante sapere è che NESSUN PG, salvo in possesso delle apposite abilità, ha la MINIMA IDEA di come funzioni l'interno del più semplice strumento meccanico, armi incluse.
I personaggi dotati di conoscenze tecnologiche sanno riprodurre alcuni meccanismi basilari ma non hanno idea, né intenzione, di provare a migliorarli, cosa che sarebbe un affronto pericoloso.
Ogni abitante di Kore è convinto che pistole, mirini, auspex, carri armati, macchinari per l'industria, motori ecc siano animati da una entità dotata di volontà chiamata “spirito macchina”, che è sia singolare per indicare lo spirito di un singolo pezzo sia collettivo per indicare l'energia che anima tutti gli strumenti dell'universo. Per la maggior parte sono superstizioni, ma superstizioni che nessuno si sognerebbe mai di verificare. Gli spiriti macchina, oltre ad avere ciascuno la propria personalità (che può anche essere apertamente ostile a certe categorie di persone, cose o istituzioni), sono terribilmente ed immancabilmente suscettibili alle mancanze di riguardo e dimenticarsi una delle tre oliate sacre settimanali al motore può far infuriare lo spirito della vostra vettura al punto da portarla a schiantarsi giù da un dirupo (con voi dentro e dopo che avrà chiuso le portiere).
Vedere un drone che vola è assistere ad un miracolo, oliare la propria arma salmodiando le lodi dell'Omnissiah (lo spirito macchina collettivo) non è solo una buona idea ma una pratica religiosa. La più piccola manifestazione tecnologica è misteriosa, commovente o, in certi casi, abbastanza spaventosa da giustificare una scarica di proiettili.
Non portare il dovuto rispetto ad uno spirito macchina è un ottimo modo per attirare inceppamenti, malfunzionamenti, cortocircuiti e via dicendo.
Inoltre, in molte parti dell'Imperium è credenza comune (fomentata dai rispettivi culti) che l'Omnissiah si incarni nel mondo fisico nell'Imperatore e dunque l'eresia per chi non rispetta lo spirito macchina è punibile con due morti.
Stiamo preparando una nutrita cartucciera di cartellini “inceppamento” per chi non interpreterà a modo quanto detto sin qui. Siete stati avvisati...